Investimenti e indotto

Investimenti e indotto

Nonostante la crisi, la Distribuzione Moderna Organizzata continua a fare investimenti.
Rispetto alla prima metà degli anni 2000, la pesante caduta dei consumi verificatasi dal 2008 ha avuto forti impatti sui conti economici delle imprese. Ciò ha contribuito anche a frenare questa voce (che si attestava mediamente sui 4 miliardi di euro annui), ma nel 2013 si possono ancora stimare 2,5/3,0 miliardi di euro di investimenti annui.

2,5/3 MILIARDI DI EURO DI INVESTIMENTI ANNUI

Fig. 1.9 – Dinamica degli investimenti – Numero indice da 2006 (base 100)[1]

dinamica-degli-investimenti-numero-indice-da-2006

[1]Indagine PwC condotta presso le aziende di Federdistribuzione

Confrontando gli investimenti realizzati dalla DMO nel 2007, anno precedente alla crisi, e nel 2013, emergono significative differenze: diminuisce la quota di investimenti dedicata alle nuove aperture di punti vendita e agli ampliamenti e cresce quella destinata agli ammodernamenti e alle ristrutturazioni delle reti commerciali.

Tab. 1.6 – Composizione degli investimenti[2]

1-6

Gli investimenti della DMO generano un rilevante indotto sulle economie locali e sull’intero sistema economico nazionale. Le operazioni di apertura o ristrutturazione di punti vendita chiamano in causa imprese artigiane del territorio, aziende di servizi, fornitori locali, contribuendo al loro sviluppo e alla loro crescita. Una ricerca ha calcolato che ogni miliardo di investimento della DMO in questa direzione genera 750 milioni € di Valore Aggiunto e coinvolge 15.000 persone.[3]

un-miliardo-investimenti

Gli investimenti della DMO hanno anche un impatto positivo in termini di tutela dell’ambiente e del territorio. Un nuovo punto vendita è sempre realizzato con materiali e tecnologie che consentono un inserimento più sostenibile della nuova struttura nel tessuto locale, realizzando efficienza energetica, ottimizzazioni nella raccolta dei rifiuti, utilizzo di fonti rinnovabili, ecc.

[2]Indagine PWC su dati aziende di Federdistribuzione
[3]Indagine ref “il rinnovo dei punti vendita della Distribuzione Organizzata: investimenti iniziali e indotto”. 2010