#2Formazione

Progettazione, organizzazione ed erogazione di percorsi formativi per tecnici, del settore pubblico e privato, di elevato profilo sui temi dell’economia circolare

Le nuove professioni green
Sviluppo sostenibile e applicazione dell’economia circolare significa innovazione nella gestione del business. Bisogna innovare il pensiero, la strategia, l’organizzazione, i processi, i rapporti di filiera, la relazione con il consumatore, il marketing e la comunicazione.

L’intera “impronta aziendale” deve evolvere verso un orizzonte diverso. In questo percorso le persone hanno un ruolo imprescindibile. Solo manager e collaboratori formati e motivati potranno guidare l’impresa in questo cambiamento. Per questo motivo la preparazione congiunta tra FD ed Enea di materiali e seminari da svolgersi anche nelle imprese riveste un ruolo fondamentale. Un modo per inserire giovani e talenti con responsabilità e prospettive di crescita aziendale, creando anche nuove professionalità, anche molto operative come l’addetto al riciclo che ha il compito di smistare i rifiuti tra riciclabili e non, o con profili tecnici relativamente semplici come l’installatore di pannelli solari. Fino a professioni più qualificate come i designer di prodotto o l’Energy Manager, un esperto in efficienza energetica che si occupa principalmente dello sviluppo e del sostegno della green economy.

In generale sarà necessario disporre delle giuste competenze, ma soprattutto di ottime qualità di networking. È infatti importante essere in grado di gestire tutte le realtà che si interfacciano nel processo dell’economia circolare, come enti pubblici e privati che devono collaborare tra loro in nome della sostenibilità.